Site speed test, fai correre il sito del tuo business

/, Opportunità dal web/Site speed test, fai correre il sito del tuo business

Site speed test, fai correre il sito del tuo business

Spread the love

Il sito web della tua azienda corre o cammina? Per scoprirlo e (soprattutto) per migliorare il suo posizionamento sui motori di ricerca, puoi effettuare un site speed test con uno di questi tool gratuiti di cui ti parlo oggi…

Con un site speed test posizioni il tuo sito al meglio grazie ad una serie di tools gratuiti che ti aiuteranno a correre verso le primissime pagine di Google. In fondo, non è questo che vogliamo tutti noi che lavoriamo nel mondo del web?

Non ti sto chiedendo di fare il classico speed test adsl per scoprire quanto è veloce la tua connessione, ma di scoprire se il tuo sito web corre o cammina.

Voglio invece parlarti del site speed test e di alcuni tools gratuiti che puoi trovare facilmente in rete che ti permettono di effettuarlo.

Ma perché diamine dovrei fare un site speed test?

Se te lo stai chiedendo, ti rispondo subito.

Vuoi posizionare il tuo sito nel migliore dei modi e fare “cosa buona e giusta” lato Seo?

Se hai risposto sì a questa domanda, continua pure a leggere…

Chi va piano va sano e va lontano è un modo di dire buono per quasi tutte le occasioni.

Non per questa. Non per avere successo online.

Perché questa non è una campagna di sensibilizzazione per la riduzione degli incidenti stradali, ma un articolo che parla di come indicizzare il tuo sito per farti trovare dai nuovi clienti.

Chi va forte va in alto, verso il successo.

Magari sarà meno politically correct dell’adagio più famoso, ma facciamocelo andar bene.

Velocizzare un sito web è importante non solo per il suo proprietario ma per tutti gli utenti.

Siti più veloci creano utenti felici perché ne migliorano l’esperienza di navigazione.

Inoltre, un sito veloce ti fa risparmiare tempo e denaro perché il miglioramento della velocità del sito riduce anche i costi di esercizio.

È capitato anche a te, ci scommetto…

Digitare il sito di un concorrente o di un potenziale clienti e attendere davanti ad uno screen bianco.

Ok dai, attendere 2 o 3 secondi va bene, ma se poi non compare nulla?

Beh, quando succede a me penso: “che sito del cavolo”. E me ne vado altrove. Scappo alla velocità della luce. E addio conversioni. Tanto per essere chiari e sintetici.

Già, la velocità. La velocità di caricamento di una pagina web è un aspetto da tenere in grande considerazione nell’analisi Seo del tuo sito web. Perché un sito lento avrà un punteggio basso nel page rank e, di conseguenza, sarà anche penalizzato nei risultati della serp di Google e dei principali motori di ricerca.

Ma quali sono i fattori che influiscono sulla velocità di caricamento di una pagina e che potrebbero farci superare a pieni voti il nostro speed test? In primis, senz’altro l’affidabilità del servizio di hosting e la potenza del server che “ospita” il nostro sito.
Fosse così facile, riusciremmo a sistemare le cose in un baleno. Putroppo non è così. Per ottenere una velocità di caricamento adeguata, dobbiamo lavorare su altri fattori:

  • Compressione delle immagini
  • Compressione dell’output
  • Minify delle risorse HTML, Javascript e CSS, ovvero l’eliminazione dei caratteri superflui all’interno dei file per ridurre lo spazio occupato.

Site speed test: come migliorare la velocità

La domanda sorge spontanea, come diceva il buon Antonio Lubrano qualche anno fa: come faccio a migliorare la velocità del mio sito web?

Per farlo ci vengono incontro alcuni tools gratuiti (o comunque free in alcune loro versioni) che è semplice trovare in Rete. Eccoli:

Il funzionamento di tutti e tre è semplicissimo: basterà inserire l’url del sito/blog da testare. Tutti ti forniranno immediatamente alcuni parametri fondamentali dello speed test:

  • Dimensione della pagina
  • Tempo di caricamento della pagina
  • Performance del tuo sito rispetto ad altri siti analizzati dal tool stesso (in uno spazio temporale solitamente che comprende gli ultimi 30 giorni)

Google Page Speed Insights

google-page-speed-wma

Partiamo dallo strumento di Big G: Google Page Speed Insights è uno degli strumenti che Google mette gratuitamente a disposizione per tutti coloro che creano e gestiscono siti web.

Nello screenshot qui in alto puoi vedere una parte del test effettuato sulla pagina di Web Marketing Aziendale

PageSpeed Insights offre la possibilità di misurare il rendimento di una pagina web rispetto a un indice di 100 punti: più alto è il punteggio ottenuto dalla tua pagina, migliore è il suo rendimento sul web.

Si tratta di un tool con un focus specifico sul miglioramento della velocità delle pagine.

In particolare, i parametri considerati da Google Page Speed Insights si basano principalmente su fattori di base delle prestazioni web come:

  • Configurazione del server web
  • Dimensioni dei dati in upload e download
  • Attività di caching
  • Presenza di codice JavaScript e CSS ecc. PageSpeed Insights valuta ogni parametro e visualizza un indicatore che ne mostra il livello di efficienza con un chiaro semaforo: il segno verde significa l’assenza di problemi, mentre i punti esclamativi nei box gialli e rossi indicano la presenza di problemi da risolvere

Ah, un’ultima cosa: a differenza di altri tools di Google, per usare Page Speed Insights non devi essere il proprietario del sito: è sufficiente digitare qualsiasi URL che vuoi analizzare per visualizzare il punteggio di una pagina.

Quindi, perché non fare un test anche con le pagine dei tuoi competitors?

E non dirmi che non ci avevi subito pensato…

Pingdom

pingdom-page-spped-test-wma

Proprio come lo strumento di Google, anche Pingdom, una volta inserita l’url del sito che si vuole analizzare, nel giro di pochi secondi ci svela:

  • Grado di performance del sito (in scala da 0 a 100)
  • Numero di richieste fatte per caricare la pagina
  • Tempo di caricamento della pagina
  • Dimensioni pagina

Più in basso, nella stessa schermata, è possibile vedere i tempi di caricamento di ogni singolo elemento in ordine cronologico. In base a questi dati, si può così scegliere di eliminare le risorse il cui funzionamento non è ottimizzato e che quindi danneggiano le performance del sito.

Particolarmente interessante (ma solo nella versione a pagamento) la possibilità di impostare test automatici ogni 30 minuti. Si può anche impostare un’analisi su un periodo di tempo definito e visualizzare i trend di comparazione dei vari risultati ottenuti.

Strumenti che, per i più esperti, possono essere preziosi per ottimizzare le prestazioni del sito. Per queste però bisogna sottoscrivere un abbonamento che nella versione basic costa 4,99$ al mese.

 

Gtmetrix

gtmetrix-page-speed-test-wma

Forse il più semplice da utilizzare tra i tre perché essenziale e immediato nella lettura dei risultati del page speed test. Sarà per il sistema di voti alfabetico (A ottimo, B buono, C sufficiente) utilizzato per valutare il contenuto del sito che risulta senz’altro immediatamente comprensibile a tutti o per il layout essenziale della pagina.

In realtà, Gtmetrix analizza ancora più parametri che influenzano la velocità del sito rispetto a Pingdom. E soprattutto lo fa in ordine di priorità in base al punteggio attribuito dal test della pagina: da quelli che necessitano un’intervento urgente a quelli già ottimizzati.

Apprezzabile soprattutto la colonna “Priority” che, specie per i meno esperti, rappresenta una guida utile per intervenire. High, medium e low: sono questi i tre giudizi (che non necessitano di alcuna traduzione) accanto ad ogni voce analizzata che fanno capire sinteticamente qual è l’influenza di quel parametro nel condizionamento delle performance del sito.

Le versioni Pro (a pagamento) di Gtmetrix partono dai 14,99 $ al mese della Bronze in sù, ma con la possibilità di customizzare l’offerta scegliendo le opzioni da inserire nel pacchetto.

Prova anche tu, corri!

Adesso non ti resta che digitare il dominio del tuo sito su uno o più di questi tool per eseguire un page speed test e, soprattutto, analizzare le performance del tuo sito per migliorare il suo posizionamento sui motori di ricerca e aumentare così le tue chance di vendere i tuoi prodotti o servizi.

E ricordati che chi va piano, non va lontano…


Spread the love

About the Author:

Copy con la passione per la comunicazione, per il tennis e per la moto. Giornalista dal 2007, si specializza nel mondo del Web Content e delle Media Relations. Se la cava meglio con la penna che con la racchetta, ma non diteglielo…

Leave A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi