Condividi l'articolo nel tuo Social preferito
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Push marketing o pull marketing? Ecco quali sono le strategie più utilizzare per promuovere i propri prodotti e servizi nell’era digital del marketing diretto

 

Push marketing vs pull marketing: quali sono le strategie più utilizzate ed efficaci nell’era digital del marketing diretto? Sapere come promuovere nel modo più diretto ed efficace i propri prodotti e servizi rappresenta senz’altro uno dei segreti di ogni business di successo, ma riuscirci non è sempre facile…

A volte, infatti, capita che professionisti e aziende elaborino piani di marketing più incentrati verso la propria azienda e l’immagine aziendale che rivolti al proprio target ideale.

Mi spiego meglio. Definire una strategia di marketing, come abbiamo visto altre volte, è totalmente inutile se non si individua il target ideale. Ci sono almeno 3 domande preliminari da porsi:

  • A chi deve arrivare il mio messaggio
  • Quale deve essere il suo contenuto
  • Come voglio che venga percepito

Una volta individuati questi tre aspetti, è possibile iniziare a studiare un piano di marketing diretto.

Pull marketing vs push marketing

Ti è mai capitato di fermarti un istante davanti alla porta d’ingresso di un negozio o di un ufficio e pensare di trovarla chiusa? In realtà stavi solo spingendo, anziché tirare o viceversa… Beh, se quella fosse la porta dei clienti ideali della tua attività, sbagliare approccio e non riuscire ad entrare potrebbe essere un bel problema.

Ma tranquillo, capita a tutti di leggere di sfuggita la scritta “push” e tirare inavvertitamente la porta verso di sé. Per evitare di tirarsi la porta in faccia o non riuscire ad entrare, cerchiamo prima di tutto di definire le differenze tra push marketing e pull marketing e poi di analizzare anche quali sono i punti di forza di queste due strategie per la promozione dei prodotti e servizi del tuo business.

Push marketing

Una strategia di push marketing consiste nella promozione del prodotto/servizio attraverso degli intermediari. Ciò significa che saranno rivenditori, forza vendite o grossisti ad agire sul nostro target spingendolo (push) verso il cliente finale.

Pull marketing

Una strategia di pull marketing, invece, riguarda la promozione del prodotto/servizio direttamente verso cliente finale allo scopo di tirarlo, o meglio attirarlo, (pull) verso il prodotto.

Quello che è evidente è che non abbiamo a che fare con due strategie di marketing che si escludono a vicend. Anzi, nella logica del marketing mix che è sempre utile nella redazione di qualsiasi piano di promozione, trovare il giusto equilibrio tra push e pull può essere molto importante.

Tuttavia, non possiamo dimenticarci che l’obiettivo non è la promozione ma il raggiungimento del cliente finale: quindi nel dosare queste due strategie una delle due sarà inevitabilemente molto più presente. Insomma, tra strategie di push e pull, quale è quella che raggiunge il nostro target prima e meglio?

La lead generation ci insegna che…

Se c’è una cosa che abbiamo imparato con la lead generation è che il web offre strumenti davvero eccezionali per promuovere i propri prodotti e/o servizi online senza bisogno di intermediari. Abbiamo i social media, i siti web aziendali, blog, forum e innumerevoli tools di analisi e reportistica che ci permettono di gestire ogni campagna di marketing in ogni dettaglio.

Ma la lead generation ci insegna anche che è cambiato l’approccio al cliente nell’era digital: il push marketing è una strategia piuttosto tradizionale che prevede l’azienda a spingere le proprie offerte commerciali nella direzione dei consumatori (processo di vendita) mentre quella di pull parte dalla prospettiva opposta: sono le necessità dei potenziali clienti che li attirano verso un’azienda piuttosto che un’altra.

Quale? Naturalmente quella che sarà riuscita a fornire il maggior numero di informazioni al cliente, dandogli l’impressione di aver a che fare con una società seria, affidabile e pronta a risolvere tempestivamente le sue necessità. Quella, insomma, che avrà costruito il rapporto migliore con il proprio cliente ideale.

Push vs pull, chi vince?

Il marketing diretto nell’era digital è basato principalmente sul pull marketing. Chiaramente, però, un business che prevede anche una distribuzione fisica dei propri prodotti in ambito retail non può concentrarsi solo sull pull ma dovrà certamente focalizzarsi anche sul push.

Se la tua azienda vuole avere successo online e il tuo obiettivo è quello di non rimanere bloccato fuori dalla porta (virtuale) dei tuoi potenziali clienti dovrai puntare decisamente su una strategia di pull marketing.

Ma ti do anche un altro piccolo consiglio: ogni imprenditore capace non chiude mai gli occhi e tiene le orecchie ben aperte perché i canali di marketing sono in continua evoluzione. Un giorno, chissà, il tuo business avrà la possibilità o l’esigenza di utilizzare canali intermedi e allora dovrai essere pronto ad applicare anche una strategia di push marketing…


Condividi l'articolo nel tuo Social preferito
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •