Condividi l'articolo nel tuo Social preferito
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Creare inserzioni su Facebook è un metodo molto utile e semplice per raggiungere i tuoi potenziali clienti e aumentare le tue vendite. Ma servono un obiettivo e una strategia…

Hai mai creato inserzioni su Facebook? Se non lo hai ancora fatto, ti dico che dovresti farlo al più presto se vuoi sperimentare un metodo efficace per dare visibilità e aumentare le vendite dei tuoi prodotti o servizi.

Perché le inserzioni su Facebook sono uno strumento davvero utile per fare marketing online. Tuttavia, prima di partire in quarta con la tua prima inserzione, ti consiglio di leggere questo articolo per approfondire le principali dinamiche legate alle inserzioni. E per adottare le strategie migliori per crearne una

Proprio così: perché crearle è semplice, ma dietro ad ogni inserzione che funziona c’è (o ci dovrebbe sempre essere) una strategia di web marketing complessiva.

Abbiamo già visto in precedenza che uno dei maggiori punti di forza di Facebook Ads è la possibilità di segmentare in modo ideale il proprio target.

La targhetizzazione resta infatti la base imprescindibile da cui partire per creare un’inserzione di successo su Facebook.

Ma il social di Mark Zuckerberg non può pensare a tutto. Per prima cosa sei tu a dover conoscere il tuo pubblico. Certo, su Facebook puoi impostare tantissimi parametri ogni inserzione:

  • Sesso
  • Età
  • Posizione geografica
  • Istruzione
  • Orientamento sessuale
  • Situazione sentimentale
  • Tipo di lavoro svolto
  • Lingue parlate dall’utente

Parametri fantastici per targhetizzare un’inserizione e raggiungere i tuoi clienti ideali. Ma se non conosci almeno in parte qual è il tuo target, scoprirlo campagna dopo campagna potrebbe costarti un capitale.

Nel creare un’inserzione, il mio consiglio è infatti quello di partire con alcune certezze su chi compra (oppure chi vorrebbe/potrebbe acquistare il tuo prodotto).

Se vendi borse di lusso, certo, il tuo target ideale è composto da donne che svolgono lavori abbastanza “remunerativi” da consentir loro un acquisto del genere. Donne manager, ma ma non scordarti che anche i mariti potrebbero essere nel tuo target se interessati ad un regalo speciale.

Insomma, non limitarti all’ovvio. Prova a pensare un po’ fuori dagli schemi e chiederti se (e perché) determinate categorie potrebbero essere interessate ai tuoi prodotti o servizi. Grazie agli insights, Facebook ti permetterà in tempo reale o quasi di capire se hai fatto la scelta giusta o meno.

Le migliori inserzioni su Facebook, naturalmente, sono quelle che riescono a toccare le corde emozionali. Per riuscirci, hai a disposizione (poche ma abbastanza) parole e la possibilità di inserire immagini.

Non pensare che una escluda l’altra o che una sia più importante dell’altra: la combinazione testo+immagine è la ricetta giusta per creare un’inserzione vincente su Facebook.

Perciò lascia perdere le foto ai prodotti fatte col cellulare. E soprattutto dimenticati le “offerte imperdibili” o “super sconti”, quella è roba da marketing anni ’80. Non funziona più. Davvero!

Non devi vendere un prodotto con la tua inserzione, ma invogliare all’acquisto soddisfando un bisogno.

I vantaggi delle inserzioni su Facebook ci sono, ma devi saperli sfruttare

Proprio così: come ti dicevo prima, creare inserzioni su Facebook è un metodo davvero utile e potente per raggiungere i tuoi potenziali clienti, ma a patto di saperle usare.

Vediamo quali sono i vantaggi delle inserzioni su Facebook:

  • Numero  di visualizzazioni
  • possibilità di targetizzazione dell’audience
  • Budget flessibile
  • Monitoraggio dei risultati
  • Possibilità di cambiare strategia in corsa
  • costi (dipende)

Se c’è una cosa fuori discussione è che Facebook possa darti la possibilità di un’audience sterminata. Il numero di visualizzazioni che una inserzione può raggiungere non ha paragoni con nessuno strumento di marketing tradizionale.

Abbiamo giù visto che Facebook conta oltre 1,5 miliardi di iscritti, ma questa platea potrebbe servire a poco. Perché se vedono la mia inserzione 1 milione di persone o aziende che per vari motivi non sono interessate (o non vogliono/possono acquistare il mio prodotto) alla mia offerta, ho buttato via un sacco di soldi.

In giro ci sono persino sedicanti agenzie di comunicazione che ti “vendono” i like su Facebook. Tu li paghi e magari ti ritrovi 1, due o anche migliaia di like da profili fake o quasi totalmente inattivi sul social network.

Stai alla larga da queste scorciatoie perché, a livello di web marketing, non ti servono a nulla. Credimi.

Per evitare di sprecare soldi, devi targhettizzare al massimo il tuo pubblico così da ottenere dei lead, cioè potenziali clienti realmente interessati ai tuoi prodotti o servizi.

Per darti un’idea, calcola che mediamente la portata organica di un tuo contenuto è dell’8/10%. Ciò significa che se hai 100 persone che ti seguono, i tuoi contenuti vengono visualizzati da 8 0 10 persone mediamente. A meno che queste non mettano mi piace o lo condividano, il che farà aumentare la portata del post stesso.

Però, questo dato ti dimostra che se vuoi promuovere davvero i tuoi prodotti o servizi tramite Facebook, non puoi prescindere dalle inserzioni.

Meglio 10 lead che 1000 utenti generici. Sia in termini di marketing che di fatturato…

Capitolo budget: la possibilità di impostare manualmente il budget o di adattarlo in base al numero di persone che si vuole raggiungere o dell’azione che si intende far loro compiere è senz’altro cruciale.

Il sistema delle inserzioni permette di pianificare in anticipo il costo della campagna in base ai risultati che si vogliono ottenere.

Ciò non significa assolutamente che una volta creata e attivata l’inserzione tu possa andare in vacanza. Tramite gli insights, Facebook ti permette di monitorare in tempo reale l’andamento delle tue campagne. Ciò significa che, almeno un paio di volte al giorno, dovresti collegarti per verificare l’andamento della tua inserzione.

E se, nel frattempo, ti sei accorto di non aver ottimizzato al meglio la tua inserzione, niente paura. In qualsiasi momento puoi modificare il tuo budget o la tua strategia in corsa. Motivo in più per controllare (almeno due volte al giorno) l’andamento delle tue inserzioni.

Per quanto riguarda i costi, infine, c’è da dire che quelli di Facebook restano mediamente più convenienti rispetto a quelli degli altri social. Anche se il gap si stia assottigliando…

Però, in conlcusione, è interessante notare come le inserzioni su Facebook abbiano costi diversissimi da paese a paese. Un clic in Italia costa in media 0,17 dollari (17 cent o penny) pari a circa 15 centesimi di euro, mentre in Danimarca ci vuole la bellezza di mezzo dollaro.

Leggi con attenzione questa tabella, potrsti scoprire qualcosa che non sai sul costo delle inserzioni su Facebook, per me è stato così…

Usa la strategia giusta e centra l’obiettivo

Come abbiamo visto, creare una inserzione è semplicissimo. Meno semplice è creare una campagna di successo, perché dietro ad ogni inserzione che funziona ci dev’essere una strategia adeguata.

Per prima cosa, devi definire chiaramente qual è l’obiettivo che intendi raggiungere. FB ti offre diverse possibilità, ma prima di investire anche solo un euro devi sapere esattamente cosa serve al tuo business. Ecco cosa puoi fare:

  • Aumentare la popolarità della tua azienda così:

    1. Mettere in evidenza i tuoi post
    2. Raggiungere le persone vicine alla tua azienda
    3. Promuovere la tua pagina
  • Trovare potenziali clienti per la tua azienda:
    1. Indirizzare le persone al tuo sito web
    2. Ottienere installazioni della tua applicazione
    3. Incrementare la partecipazione al tuo evento
    4. Ottenere visualizzazioni video
    5. Raccogliere contatti per la tua azienda
  • Incrementare le conversioni o le vendite per la tua azienda
    1. Incrementare le conversioni sul tuo sito web
    2. Aumentare l’interazione con la tua applicazione
    3. Fare in modo che le persone richiedano la tua offerta

Questo è il primo passo nello strumento di gestione delle inserzioni, ma è anche quello più importante. Anzi, decisivo. Scegliere l’obiettivo corretto è il primo passo di una strategia giusta per raggiungerlo.

Qualche piccolo suggerimento

Nel misurare il successo della tua strategia di inserzioni su Facebook non badare troppo né al numero di like né alla portata dei tuoi contenuti. Ottenere “mi piace” può essere utile, ma non è una strategia di web marketing particolarmente proficua, così come la portata organica di un contenuto.

Lo abbiamo visto tante altre volte parlando di Lead Generation (e le inserzioni di Facebook si basano proprio sul medesimo concetto di lead): non è la quantità dei contatti raggiunti ma è la loro qualità a fare la differenza. Quindi, i due aspetti fondamentali per una campagna di successo sono soprattutto questi:

  • definisci il tuo obiettivo
  • segmenta il più possibile il tuo target

Non perderli mai di vista e non avere fretta di ottenere subito risultati straordinari. Anzi, un ultimo suggerimento che ti voglio dare è quello di “spalmare” il budget puntando più sulla durata di una campagna che sul costo giornaliero.

Meglio investire 1 euro al giorno per un mese che 30 euro in due giorni. I risultati che otterrai saranno probabilmente migliori. Di certo, i dati che avrai a tua disposizione per leggere e interpretare i punti di forza e i punti deboli della tua campagna lo saranno…


Condividi l'articolo nel tuo Social preferito
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •