B2B con Facebook, sai perché dovresti farlo?

/, Web Marketing/B2B con Facebook, sai perché dovresti farlo?

B2B con Facebook, sai perché dovresti farlo?

Spread the love
  • 17
    Shares

Facebook è uno strumento che può rivelarsi potente per tutte le aziende che operano nel settore business to business. Scopri come sfruttarlo al massimo…

Fare marketing B2B con Facebook non è un’idea nuova anzi. Il Re dei social è uno strumenti potenzialmente più potenti per il business to business e il suo utilizzo è sempre più diffuso tra le imprese.

Facebook sta rapidamente diventando la piattaforma più potente social media non solo per il numero totale di iscritti (nel quale non ha avversari) ma per l’alto livello di engagement che (se usato bene) permette di raggiungere.

Michael Stelzner, fondatore di Social Media Examiner, ha pubblicato il rapporto “Social Media Marketing Industry Report 2015”. Un’indagine nella quale ha analizzato il lavoro dei marketers su un campione di circa 3.700 aziende di dimensioni diverse.

Come hanno orientato le loro strategie di marketing B2B con i social media?

  • Il 41% ha usato LinkedIn
  • Il 30% ha utilizzato Facebook

  • Il 29% ha usato altre piattaforme

Questo perché nel 2015 il fenomeno LinkedIn era in enorme espansione. E sembrava lo strumento migliore per le aziende (o meglio il più professionale) che volevano fare B2B.

Negli anni scorsi, i vertici di tante aziende hanno snobbato il B2B con Facebook: continuando troppo a lungo a ritenerlo come uno strumento utilizzato dai più giovani per fare nuove amicizie.

Si sono dovuti ricredere clamorosamente. E anche per quanto riguarda il marketing B2B stanno cominciando a ricredersi. Ci sono almeno alcuni ottimi motivi per considerare Facebook un’arma potente nelle strategie di marketing B2B aziendali.

Un rapporto complicato

Fino a qualche anno le aziende non capivano perché bisognasse aprire un sito web e iniziare a comunicare in modalità digitale.

Poi lo hanno fatto.

Verso il 2009/2010 sempre le stesse aziende hanno cercato di capire perché dovevano sbarcare sui social.

Vuoi sapere come è andata a finire?

Molte di loro hanno sulla loro homepage le icone di Facebook, Twitter, Youtube, Instagram.

E tu hai mai provato a cliccarci sopra? Se (e dico se…) il collegamento funziona perché ti manda ad una pagina aziendale esistente, la maggior parte delle volte ti trovi di fronte a pagine ferme al 2013 o al 2014 oppure (e questo è persino peggio) aggiornate una volta all’anno con un post che non ha nulla a che vedere con il loro target né con il loro tipo di business.

Insomma, hanno aggiunto le icone social al loro sito e da quel momento in poi il deserto.

O meglio, sono state le aziende B2C che hanno compreso prima e meglio il potenziale di Facebook per la loro attività, mentre la maggior parte delle B2B si è stancata troppo presto dei social e di Facebook per primo.

Due motivi per cui Facebook per il B2B funziona

Eppure Facebook, come ti dicevo, è un ottimo strumento per fare marketing B2B. Io ho individuato almeno due motivi che lo rendono palese.

  • Pubblicità mirata

Creare messaggi personalizzati a un pubblico altamente mirato. Insieme a strumenti di analisi potenti che permettono di prendere le decisioni migliori in tempo reale.. Facebook ha sviluppato la piattaforma più solida per raggiungere i potenziali clienti.

E con 1,55 miliardi di utenti su Facebook e oltre 1 miliardo di utenti attivi ogni giorno, è probabile che se non tutto, buona parte del tuo pubblico ideale sia su Facebook. Anche adesso mentre stai leggendo questo articolo.

  • Brand e reputation mangement

Fare lead generation per trovare e coltivare nuovi potenziali contatti qualificati non significa solo usare Facebook, ma non sfruttarlo sarebbe un suicidio dal punto di vista della strategia digitale di qualsiasi impresa. Brand come Nike utilizzano tantissimo Facebook per le loro strategie B2B, ma paradossalmente questo social è ancora più indicato per aziende più piccole di colossi come quello del “baffo”.

E che ne dici della brand reputation di Nike? Mica male, vero? Il problema è che molti imprenditori con attività medio piccole non sono ancora convinti di usare Facebook per fare B2B e continuano a sprecare occasioni preziose…

Nel B2B i clienti non comprano solo un prodotto o un servizio da te anziché da un altro fornitore per il prezzo. I clienti comprano il tuo prodotto che è strettamente legato al tuo servizio.

E Facebook è un canale di comunicazione per dialogare con i tuoi clienti e dar loro un servizio in più.

Consigli per fare B2B con Facebook

Fino ad ora ti ho parlato dell’importanza di fare B2B con Facebook, se vuoi con argomenti un po’ controtendenza visto che il social inventato da Zuckerberg è considerato fortissimo soprattutto nel marketing B2C.

Ed è vero: nel business to consumer è evidente che Facebook sia eccezionale. Tuttavia anche nel marketing B2B si sta rivelando sempre più forte.

Voglio allora darti un paio di consigli per fare B2B con Facebook in maniera corretta:

  • Cura i tuoi contenuti. Ti ho parlato del potere dello strumento di Ads, ma Facebook viva anche di contenuti. E sono quelli che possono fare la differenza, specie per un’azienda che non ha budget “illimitati” come Nike o altri. Cerca di coinvolgere il tuo pubblico e per farlo usa un tone of voice adeguato. Lascia a casa i formalismo o le formule per vendere tutto e subito: con quelli non vai lontano sui social.
  • Pubblica al momento giusto. Se il tuo contenuto non vale una cicca, non te lo guarderà nessuno. Tuttavia, una tattica importante per potenziare le prestazioni della tua pagina Facebook B2B è quella di pensare a quando postare  i tuoi contenuti. Farlo alle 8 di mattina o alle 17 nel pieno pomeriggio non è un dettaglio. Scoprire il momento migliore per pubblicare i tuoi contenuti non è poi così difficile grazie agli Insights di FB che ti mostrano quando i tuoi fan sono online.

E infine…

Sai quale è l’ultimo consiglio che voglio darti per massimizzare i risultati del tuo marketing B2B con Facebook?

Semplice: definisci chiaramente i tuoi obiettivi. Facendo marketing su Facebook puoi ottenere:

  • Più visibilità e riconoscibilità di un brand
  • Più traffico sul sito web
  • Più visibilità e riconoscibilità di un prodotto
  • Più informazioni sul tuo target

Puoi ottenere tutto questo, ma solo a patto che tu abbia chiare le tue priorità. E tu, cosa vuoi?

 


Spread the love
  • 17
    Shares

About the Author:

Gentian Hajdaraj, Ceo and Founder di Web Marketing Aziendale, è un Lead Generation Strategist che lavora nel mondo del marketing online da oltre dieci anni. E' autore del libro: “Le Nuove Regole del Web Marketing”.

Leave A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi